il premio dell’ATTESA

Il cielo era cupo e cominciava a cadere la prima pioggia,scese dalla macchina e corse verso l’ingresso.Aveva aspettato quel momento da tanto tempo e ora sentiva il suo cuore pulsare così forte che pensava non sarebbe riuscito ad arrivare alla porta.

Si erano conosciuti da giovani e si erano piaciuti,ma nessuno dei due aveva trovato il coraggio di confessare i propri sentimenti all’altro,così erano finiti per perdersi di vista e percorrere le loro vite lontani l’uno dall’altro.Un giorno,per caso,si erano rincontrati al supermercato a fare la spesa,ognuno di loro aveva il carrello con prodotti da single,si erano fermati e avevano cominciato a parlare.Si erano congedati con la promessa di un uscita insieme e si erano scambiati i numeri.

Dopo più di 10 anni lui si accorse che i suoi sentiementi per lei non erano cambiato.

Lei tornando a casa in auto ripensava a quanto fosse bello lui e di come il tempo non lo avesse cambiato,anche lei sapeva che i suoi sentimenti per lui non era cambiati,anzi si erano addirittura rafforzati.

Dopo numerose chiamate si erano finalemente decisi ad uscire insieme,la lora intesa era perfetta,migliorata da anni di esperienze e di attesa.

Ora lui si trovava sotto casa sua pronto a trascorrere la prima notte con lei e si sentiva come quando era ragazzino.

Lei aveva preparato una cenetta per lui,antipasto di mare e un risotto di verdure,mentre cucinava il risotto nella sua wok,aveva il cuore che le batteva all’impazzata,pensava chissà se gli piacerà la mia cucina.Sulla tavola c’era una bottiglia di vino rosso,corposo,che aveva stappato per farla ossigenare un po’.

Adesso era davanti alla porta un mazzo di fiori in mano e tanta paura di bussare.Si sbloccò e si decise a bussare,si trovò di fronte un apparizione che lo fece sussultare,lei era bellissima nel suo vestitino a tubino nero e a piedi scalzi.Le porse i fiori e lei lo fece entrare,per un istante che sembrò dilatare lo spazio e il tempo i due si fissarono neglio occhi e si strinsero in un abbraccio che li catapultò in un’altra dimensione.Così con il riso in caldo e il vino nei bicchieri i due cominciaro a spogliarsi con delicatezza,la passione li aveva presi ed esigeva il suo tributo da troppo tempo atteso.Ora erano nudi lei di fronte al letto,lui dientro di lei.Cominciò ad accarezzarle dolcemente i capelli,ne scostò una ciocca per poterle appoggiare le labbra sul delicato collo,comiciò a baciarla,lei allungando le braccia gli premette la testa chiedendo più forza,la risposta non si fece attendere,lui le posò le mani sui seni continuando a baciarle il collo,avvertiva il suo piacere crescere,dolcemente cominciò ad accarazzerle i fianchi,le cosce e poi cominciò a toccarla delicatamente tra le gambe,lei ansimava sempre di più e fremeva per farlo girare e averlo,ma lui resisteva,voleva che la passione esplodesse,incontrollata,così,anche un po’ bastardamente continuò,sorridendo sotto i baffi.Lei capì le sue intenzioni e sorridendo sorniona,lo lasciò fare.Poi si girarono e si guardarono negli occhi,tenendosi per mano cominciarono a darsi baci profondi,i loro corpi,nudi,non aveva bisogno di istruzioni,dolcemente si adagiarono sul letto,mentre continuavano a baciarsi.Lei giaceva sotto di lui,lui dolcemente cominciò ad entrare in lei,prima piano e delicatamente poi sempre più deciso,lei aveva avvinghiato le sue cosce ai sui fianchi e gli carezzava il petto e il volto teneramente,poi sempre uniti si girarono,adesso era lei a gestire la situazione e gli fece pagare l’attesa che lui le aveva inflitto.Si muoveva dolcemente su di lui che bramava averla ancora più,allora lei si chinò su di lui e baciandolo su un orecchio gli sussurò” facciamolo durare,abbiamo tanto atteso che qualche momento di piacere in più,non potrà certo farci male”,allora lui la guardò sorridendo e stette al suo gioco,la posizione gli permetteva di poterla toccare e baciare.Adesso erano uno di fronte all’altro,lui aveva la schiena appoggiata alla testiera del letto e la stringeva a se,lei continuava a baciarlo,si amarono per un tempo imprecisato fin quando la summa dei loro piaceri non esplose prorompente.

Adesso erano distesi uno di fronte a l’altra,guardandosi negli occhi si sussurarono parole d’amore.Poi  si abbracciarono teneramente e finirono per cenare a letto,su un vassoio per colazione adagiato a cavallo delle loro gambe intrecciate.

Annunci

4 thoughts on “il premio dell’ATTESA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...