L’eccentrica eredità

Per il Mini racconto ispiratevi alle seguenti tre immagini:

Adoro andate in giro per le bancarelle alla ricerca di qualcosa di particolare.
Un giorno mi sono ritrovato davanti un signore azzimato, che con tono cordiale mi invitava a comprare qualche libro, sarà stata la passione per i vecchi libri, saranno stati i modi gentili del signore, che mi sono convinto a prendere un antico almanacco dell’ 800, me lo sono messo in borsa e ho proseguito il mio giro.
Dopo qualche tempo mentre procedevo al riordino della mia libreria, mi è capitato tra le mani l’almanacco, ho cominciato a sfogliarlo e mi sono reso conto che sotto il risguardo c’era qualcosa.
Mi sono così adoperato con il phon al fine di rimuovere la colla e rivelare quale fosse il contenuto della tasca segreta. La pagina, scollatasi ha rivelato il suo contenuto, un foglietto bianco, non vi nascondo il mio stupore, non era impresso nulla su quel foglio ingiallito dal passare del tempo, deluso mi accingevo a buttarlo nel fuoco del camino, ma ecco che qualcosa di magico accade, il foglio avvicinato al calore del fuoco comincia a mostrarmi il suo contenuto.
Lo leggo e l o rileggo per essere sicuro di quello che ho in mano. In realtà non è un semplice foglio ma il testamento di un eccentrico signore che lascia i suoi averi in eredità a chi avesse trovato e decifrato il foglio. Prendo tutto e corro nel posto dove l’avevo comprato per parlare con il venditore, non lo trovo ed al suo posto c’è un ragazzo sui 30anni che mi fa una clamorosa rivelazione. L’uomo con coi, che con tanto fervore sostengo di aver incontrato, in realtà è il nonno del ragazzo morto da quasi 3 lustri. Incredulo per quanto appreso comincio a vagare per la città. D’un tratto mi accordo di essere finito davanti ad un antico palazzo che ospita lo studio di notaio, d’impulso entro, salgo le scale e mi ritrovo nello studio del notaio finemente arredato. Gli mostro il foglio e gli rivelo come ne sono venuto in possesso, tralasciando ovviamente la parte del venditore. Il notaio mi dice che posso avere l’eredità e salito su una scaletta di legno magistralmente intarsiata, raggiunge uno scaffale dal quale estrae un faldone che sarà stato alto un mezzo metro. Così mi rivela che ho ereditato…………. 1 libro, un antico almanacco dell’800.

Annunci

3 thoughts on “L’eccentrica eredità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...